donne nella letteratura

Donne nella letteratura? Ecco 6 film da non perdere

pubblicato in: Cultura, Letteratura 0

Ogni anno il grande cinema ci regala storie di donne vere, che hanno lottato per affermarsi tra i pregiudizi e le disuguaglianze. Storie del passato, ma sempre attuali. Andando a ritroso dalle ultime uscite fino ai più datati, ecco sei film che raccontano sei grandi donne nella letteratura e nella vita.

Sidonie-Gabrielle Colette, Colette (2018)

Nell’omonimo film del 2018 Keira Knightley interpreta Colette. Scrittrice e attrice teatrale francese, è considerata una delle figure di spicco della letteratura francese della prima metà del ‘900. Fu la prima donna in Francia a ricevere i funerali di Stato, anche se in vita fu protagonista di diversi scandali che accesero l’opinione pubblica. Recitava seminuda a teatro e viveva apertamente le proprie relazioni omosessuali.

donne nella letteratura
Denise Gough (Missy) e Keira Knightley (Colette). Fonte: hotcorn.com

Il film racconta la prima parte della lunga vita di Colette; quella con il primo marito Willy e della nascita della tetralogia di Claudine, la sua opera più famosa e inizialmente pubblicata con il nome del marito. Nella pellicola vediamo Colette crescere e acquistare gradualmente piena consapevolezza di sè, in quanto donna e in quanto scrittrice. Eccezionale è l’interpretazione di Denise Gough nei panni di Missy, la più celebre amante di Colette che dava scandalo per tenere i capelli corti e indossare abiti maschili.

Scopri Colette con Colette tra scandalo e letteratura.

Mary Shelley, Mary Shelley. Un amore immortale (2017)

La scrittrice del mostro di Frankenstein non è mai stata così umana come in Mary Shelley. Un amore immortale (recensione). Il film racconta i fatti che precedono la creazione del romanzo che consacrerà Mary Shelley – a soli diciotto anni – come scrittrice matura. Non manca nulla: l’incontro con Percy, l’arrivo a Villa Diodati, la gara di Lord Byron e la notte di pioggia.

Leggi anche:
Il romanzo gotico: la paura da Dracula a Twilight

donne nella letteratura
Fonte: blog.screenweek.it

C’è solo un grande assente: l’incubo che avrebbe rappresentato la maggiore fonte d’ispirazione per la scrittrice. C’è però una spiegazione: parte della critica letteraria afferma che la circostanza del sogno fosse stata inventata a tavolino da una Mary Shelley ormai adulta, che cercò di spiegare (in maniera plausibile) al pubblico come una ragazza di 18 anni sia stata in grado di creare la storia del mostro di Victor Frankenstein.

Scopri Mary Shelley con Mary Shelley nel cuore del mostro.

Oriana Fallaci, L’Oriana (2015)

A Oriana Fallaci è dedicata una miniserie televisiva in due puntate, che è stata però realizzata anche in versione cinematografica. Il film ripercorre tramite flashback la vita della protagonista del giornalismo italiano, interpretata da Vittoria Puccini. Dall’esperienza di staffetta partigiana durante la seconda guerra mondiale alle rivolte del ’68 a Città del Messico -che per poco non le costarono la vita- fino ad arrivare all’11 settembre 2001 con l’attacco alle Torri Gemelle.

donne nella letteratura Oriana Fallaci
Fonte: panorama.it

Parte della critica non ha apprezzato a pieno il film, troppo concentrato -a suo avviso- sulla vita sentimentale della Fallaci e troppo poco sul suo impegno politico soprattutto contro l’Islam radicale.

L’Oriana è disponibile su RaiPlay a questo link.

Pamela L. Travers, Saving Mr Banks (2013)

Tutti conoscono Mary Poppins, ma pochi conoscono la sua autrice: Pamela Travers. Saving Mr Banks racconta la nascita del celebre film Disney con Julie Andrews e quella del libro (o meglio, della saga) che l’ha ispirato. Emma Thompson veste i panni di Pamela Travers e Tom Hanks quelli di Walt Disney: d’un tratto la storia che tutti conoscono diventa la storia che tutti credono di conoscere.

donne nella letteratura Pamela Travers
Fonte: laurenharding.provision-isr-dns.com

Scopriamo così che la realizzazione del film di Mary Poppins fu turbolenta: la Travers non voleva che il suo libro venisse stravolto; niente canzoni, niente pinguini che ballano, niente parole che non esistono. I flashback portano alla luce l’infanzia della scrittrice, spiegando il suo carattere distaccato e in apparenza senza sentimenti. Dai ricordi emerge la figura di un padre alcolista che l’ha lasciata prematuramente, ma che le ha insegnato a sognare. Nel film che sta realizzando Pamela vuole riscattare il padre, offrirgli l’aiuto che da bambina non ha potuto dargli: vuole salvarlo nei panni di Mr Banks. Perchè Mary Poppins non viene a salvare i bambini, ma il padre.

Scopri Pamela L. Travers con Pamela Travers e la pillola di Mary Poppins.

Hannah Arendt, Hannah Arendt (2012)

Anche uno dei più grandi drammi della storia come lo sterminio nazista può assumere un volto nuovo se visto attraverso gli occhi e la mente di una grande donna come Hannah Arendt. Il film del 2012 ripercorre l’esperienza della filosofa durante il processo contro il gerarca nazista Adolf Eichmann, maggiore responsabile dello smistamento degli ebrei nei campi di concentramento e di sterminio.

donne nella letteratura Hannah Arendt
Fonte: movieplayer.it

Da questa esperienza nascerà La banalità del male (acquista), un testo che riflette tutta la genialità della Arendt ma anche aspramente criticato. Nel film sono inserite le riprese originali del processo: abbiamo così la sensazione di vedere con gli occhi stessi di Hannah Arendt Adolf Eichmann e tutto il dolore di cui l’uomo è capace.

Jane Austen, Becoming Jane (2007)

La scrittrice più amata al mondo prende il volto di Anne Hathaway nell’ultimo film di questa lista (che non ha la pretesa di essere esaustiva). Becoming Jane parte da un particolare della vita di Jane Austen -la breve conoscenza di Tom Lefroy- per trarne una storia d’amore degna dei suoi romanzi, ma che poco ha a che fare con la realtà.

Jane infatti conobbe Tom Lefroy e lo nominò in alcune sue lettere alla sorella Cassandra, ma la storia (quella vera) finisce qui. Non sappiamo se Jane avesse iniziato a provare qualcosa per lui o viceversa perchè -quando morì- Cassandra bruciò quasi tutte le sue lettere. In ogni caso il periodo in cui Jane e Tom furono in contatto fu troppo breve per permettere la nascita di qualsiasi cosa.

donne nella letteratura Jane Austen
Fonte: joethompson.london

Il regista Julian Jarrold parte da queste poche informazioni per costruire una relazione complessa, che rimane verosimile e per questo fa sognare, pur andando al di là dei fatti reali. Anne Hathaway e James McAvoy (alias Tom Lefroy) danno a Jane Austen una storia degna dei suoi romanzi; il finale però non si può cambiare. Il lieto fine della vita non è quello dei romanzi; non dà amore ma solo ricordi. E dai ricordi, dalla sua vita, Jane Austen ha estratto solo bellezza: questo è il suo lieto fine.

IN ARRIVO: Vita&Virginia

Ultimo film “fuori lista”. Il 7 settembre 2018 è stato proiettato in anteprima al Toronto International Film Festival Vita&Virginia, il biopic che narra la celebre relazione tra Virginia Woolf e Vita Sackville-West. La pellicola è ispirata all’omonima opera teatrale di Eileen Atkins e vede come protagoniste Elizabeth Debicki (Virginia Woolf) e Gemma Arterton (Vita Sackville-West).

donne nella letteratura
Fonte: bfi.org.uk

Per il momento non è stato rilasciato nessun trailer italiano: speriamo che il film arrivi presto anche in Italia.

Segui Sofia Fabrizi:

Blogger presso "Gli Appunti di Hermione" e scrittrice online

Racconto donne e uomini del passato (che per mia sfortuna non incontrerò mai) nel mio blog "Gli Appunti di Hermione", disponibile nelle icone social qui a fianco. Collaboro con Frammenti - Rivista di attualità e cultura, dove coordino la rubrica di Letteratura. Quando non scrivo qua e là, studio Lettere Moderne presso l'Università di Siena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.