Papà Gambalunga

Papà Gambalunga di Jean Webster

Ormai è ufficiale la notizia della pubblicazione della prima edizione integrale e annotata di Papà Gambalunga di Jean Webster. In attesa di trovarlo nella collana I Classici Ritrovati di Caravaggio Editore, scopriamo qualcosa in più su questo romanzo e la sua autrice.

Per vedere il primo post dell’editore dedicato alla prossima uscita del romanzo clicca qui.

L’autrice

Anche se per gran parte della sua vita si fece chiamare Jean, fino all’adolescenza la futura autrice di Papà Gambalunga era conosciuta con il suo vero nome di battesimo: Alice.

Jean Webster (1876-1916). Fonte foto: pinterest.com

Alice Jane Chandler “Jean” Webster crebbe in una famiglia di donne attiviste e una volta adulta anche lei supportò alcune importanti cause, tra cui l’istruzione e il suffragio femminile. Sua madre Annie era nipote dello scrittore Mark Twain, autore de Le avventure di Tom Sawyer (acquista).

Leggi anche:
Donne nella letteratura? Ecco 6 film da non perdere

Papà Gambalunga

Jerusha “Judy” Abbott è una trovatella con il talento per la scrittura a cui un ricco benefattore anonimo offre la possibilità di frequentare l’università. C’è un’unica condizione: Judy dovrà scrivere periodicamente al misterioso benefattore per tenerlo al corrente dei suoi studi.

Da questa idea nasce Papà Gambalunga (Daddy Long-Legs, 1912), un romanzo epistolare che rimane tuttora l’opera più conosciuta di Jean Webster anche grazie ai numerosi adattamenti per il cinema, la televisione e il teatro.

Papà Gambalunga
La protagonista del romanzo Judy Abbot in un’illustrazione ispirata all’anime. Fonte foto: deviantart.com

Gli adattamenti più famosi

La stessa Jean Webster adattò il suo romanzo in una commedia teatrale, che debuttò a Broadway con Ruth Chatterton nei panni di Judy Abbott. La commedia fu un grandissimo successo e chiuse dopo 264 repliche. La commedia divenne anche un musical con il titolo di Love from Judy.

Sono seguiti poi diversi adattamenti per il cinema, compresa la versione del 1955 con Fred Astaire e Leslie Carol.

Famoso anche l’anime realizzato dalla Nippon Animation, trasmesso per la prima volta in Italia nel 1991. Il disegnatore Shūichi Seki è lo stesso di un’altra serie animata: Tom Story – Le avventure di Tom Sawyer, ispirato al romanzo del prozio dell’autrice, Mark Twain. Il disegnatore ha tenuto in considerazione le illustrazioni originali del romanzo, realizzate direttamente da Jean Webster. Le illustrazioni saranno inserite in questa nuova edizione di Caravaggio Editore.

Caro nemico, il sequel

Tre anni dopo la pubblicazione di Papà Gambalunga, Jean Webster scrive Caro Nemico (Dear Enemy, 1915) un sequel epistolare di Papà Gambalunga che però segue la storia di personaggi diversi. La protagonista è Sallie McBride, amica e compagna di stanza all’università di Judy Abbott, che racconta le sue vicende attraverso le lettere scambiate con Judy dopo la fine del primo romanzo.

Segui Sofia Fabrizi:

Blogger presso "Gli Appunti di Hermione" e scrittrice online

Racconto donne e uomini del passato (che per mia sfortuna non incontrerò mai) nel mio blog "Gli Appunti di Hermione", disponibile nelle icone social qui a fianco. Collaboro con Frammenti - Rivista di attualità e cultura, dove coordino la rubrica di Letteratura. Quando non scrivo qua e là, studio Lettere Moderne presso l'Università di Siena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.