Papà Gambalunga

(1 recensione del cliente)

4,9915,50

ISBN 9788895437910
Autore: Jean Webster
Curato da: Enrico De Luca
Tradotto da: Enrico De Luca e Miriam Chiaromonte
Genere: Narrativa (classici della letteratura americana)
Pagine: 264

Annulla selezione

Descrizione

Jerusha Abbott (Judy) è un’orfana dell’Istituto John Grier, una ragazza sola e senza speranze. Un “deprimente”  mercoledì, la sua vita cambia radicalmente e in modo inaspettato: grazie alle sue ottime potenzialità, in particolare nella scrittura, un misterioso benefattore decide di pagarle gli studi presso un prestigioso college, in modo da permetterle di conquistare istruzione e indipendenza; ciò a due condizioni: Judy dovrà scrivere regolarmente all’ignoto filantropo, che ribattezzerà Papà Gambalunga (avendone visto solo la lunga ombra proiettata su un muro), per aggiornarlo sui suoi progressi, e il benefattore stesso dovrà restare sempre nell’anonimato. Inizierà così questo splendido romanzo epistolare “a senso unico”, ma capace – grazie alla simpatia, al senso dell’umorismo e alla sfrontatezza di Judy – di coinvolgere fino all’imprevedibile finale.

«Sapete, Papà, penso che la qualità più importante che ogni persona dovrebbe avere sia l’immaginazione. Rende le persone capaci di mettersi nei panni degli altri. Le rende gentili ed empatiche e comprensive. Dovrebbe essere coltivata nei bambini. Ma l’Istituto John Grier sradicava immediatamente il più piccolo scintillio che appariva. Il dovere era l’unica qualità che era incoraggiata. Non penso che i bambini debbano conoscere il significato di quella parola; è odiosa, detestabile. Dovrebbero fare tutto a partire dall’amore.»

Da questo romanzo sono stati tratti film, opere teatrali e il celebre anime giapponese del 1990, prodotto dalla Nippon Animation e diretto da Kazuyoshi Yokota.

In copertina elementi grafici della prima edizione (1912). All’interno tutte le illustrazioni originali dell’autrice.

JEAN WEBSTER, all’anagrafe Alice Jane Chandler Webster (1876-1916), la cui madre era nipote di Mark Twain, è stata una scrittrice americana che si interessò anche di questioni sociali, supportando istruzione e suffragio femminili. Fra i suoi romanzi: When Patty Went to College (1903), The Four Pools Mystery (1908), Much Ado About Peter (1909), Just Patty (1911), Daddy-Long-Legs (1912) e il suo seguito (spin off) Dear Enemy (1915).

Enrico De Luca è docente a contratto presso l’Università degli Studi della Calabria e si interessa, prevalentemente, di filologia e metrica, sia in àmbito letterario che musicale. Ha curato un’edizione annotata di Anne di Tetti Verdi di L. Montgomery, e per la Caravaggio Editore ha tradotto e curato anche A Christmas Carol e Il Grillo del Focolare di Charles Dickens, oltre che L’Ultimo Amico di Edmondo De Amicis.

1 recensione per Papà Gambalunga

  1. Sabrina Pennacchio (proprietario verificato)

    Buongiorno lettori!
    Oggi vi voglio parlare di un acquisto che ho fatto qualche mese fa sullo store della Caravaggio: Papà Gambalunga.
    Come sapete sono innamoratissima delle opere che sfornano, poiché rispecchiano non solo le figure originali dei libri che presentano ma le illustrazioni e le copertine sono delle vere e proprie opere d’arte.
    Voi conoscete questo libro? Io da bambina conobbi la storia di Judy tramite il cartone animato (dai, chi di voi non l’ha visto?), ho sempre trovato bellissimo il rapporto che questa giovane orfana ha col suo padre adottivo pur non vedendolo mai neppure una volta, eccezion fatta per un giorno in cui di sfuggita riesce a vedere solo la sua ombra, ecco perché il soprannome che gli dà: Papà Gambalunga.
    La loro unica unione è dettata dalla corrispondenza che si scambiano ed è proprio questo giro di lettere che permette a entrambi di iniziare a volersi bene.
    Judy gli è grata, per lei è il padre migliore del mondo, ma qualcosa cambia quando nella sua vita si presenta un affascinante uomo che smuoverà il suo cuore e metterà sotto sopra tutta la storia.
    Se vi ho incuriosito: beh direi che dovreste leggere il libro e recuperare anche il cartone animato e il film. Il libro ci lascia immaginare tramite le lettere, ma le opere cinematografiche e animate ci permetteranno di vivere i sentimenti in modo molto più vero.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informazioni aggiuntive

Versione:

Libro Cartaceo, E-Book (versione epub)