Storia di una capinera

14,90

Sezione Aurea

ISBN 9788831456760
Autore: Giovanni Verga
Curato da: Enrico De Luca
Genere: Narrativa
Pagine: 168

 

Annulla selezione

Descrizione

“Tutto qui è bello, l’aria, la luce, il cielo, gli alberi, i monti, le valli, il mare! Allorché ringrazio il Signore di tutte queste belle cose, io lo faccio con una parola, con una lacrima, con uno sguardo, sola in mezzo ai campi, inginocchiata sul musco dei boschi o seduta sull’erba. Ma mi pare che il buon Dio debba esserne più contento perché lo ringrazio con tutta l’anima, e il mio pensiero non è imprigionato sotto le oscure vôlte del coro, ma si stende per le ombre maestose di questi boschi, e per tutta l’immensità di questo cielo e di quest’orizzonte. Ci chiamano le elette perché siamo destinate a divenire spose del Signore: ma il buon Dio non ha forse fatto per tutti queste belle cose? E perché soltanto le sue spose dovrebbero esserne prive?”

Storia di una capinera è il romanzo epistolare che rivelò Verga al grande pubblico e che fu il suo più duraturo successo. Pubblicato per la prima volta in rivista nel 1870, apparve in volume l’anno seguente con sostanziali modifiche; dopo essere stato acquistato da Treves, fu riproposto, in una nuova veste, nel 1873.
La patetica storia di Maria, la giovinetta costretta a farsi monaca e a nascondere la sua passione e le sue tragiche sofferenze, forse la più delicata fra le eroine conventuali dell’epoca, non contiene solo una denuncia sociale e la proposta di un argomento scottante e dibattuto «di attualità palpitante», ma è «uno studio fisiologico e patologico di un cuore che si spezza».
La presente edizione, curata da Enrico De Luca e pubblicata in occasione del primo centenario della morte dell’autore, propone il testo della prima edizione Treves che, confrontato con quello delle edizioni successive (tra cui la seconda, la terza e la tredicesima), è risultato in molti punti il più corretto.

Edizione speciale centenario verghiano

Giovanni Verga (1840-1922) scrive il suo primo romanzo, Amore e Patria, poco più che quindicenne, dopo aver abbandonato gli studi di legge all’Università di Catania nel 1861; pubblica a proprie spese I Carbonari della montagna, seguìto nel 1863 da un altro romanzo patriottico, Sulle lagune. A partire dal 1865, visita più volte Firenze, dove ritornerà nel 1869 e scriverà Storia di una capinera ed Eva. Fra i titoli successivi ricordiamo le raccolte di novelle Vita dei campi (1880), Per le vie (1883) e Vagabondaggio (1887) e i romanzi I Malavoglia (1881), Mastro-don Gesualdo (1888/89) e Dal tuo al mio (1906/07).

Enrico De Luca lavora presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria e si occupa, prevalentemente, di filologia e metrica. Collabora con numerose case editrici e ha curato le edizioni integrali e annotate dei primi quattro titoli della saga di L. M. Montgomery dedicata ad Anne Shirley (Lettere Animate 2018-2020) e di due racconti di M. R. James (ABeditore 2019). Per Caravaggio ha tradotto e curato testi di C. Dickens, J. Webster, L. M. Montgomery, Jerome K. Jerome, F. H. Burnett, E. Nesbit, L. M. Alcott, ecc.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Storia di una capinera”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informazioni aggiuntive

Versione:

Libro Cartaceo, E-Book (versione epub), E-Book (versione mobi)