L’eternità delle forme

8,90

ISBN 9788831456845
Autore: Jack London
Curato da: Enrico De Luca
Genere: Narrativa (classici)
Pagine: 70

 

Descrizione

“La forma è mutevole. Questa è l’ultima parola della scienza positiva. I morti non ritornano. Questo è incontrovertibile. I morti sono morti, e questa è la fine di ciò, e di essi. Eppure, ho avuto esperienze qui… qui, proprio in questa stanza, proprio su questa scrivania…”

L’eternità delle forme (1911) è un racconto particolarissimo, specialmente per la struttura, contiene infatti una raccolta di frammenti ricavati dal manoscritto di Sedley Crayden, che il suo ultimo cameriere decide di rendere nota dopo la sua morte. L’abile penna di London trasporta il lettore nella quotidianità estenuante di una mente tormentata da incessanti visioni, angoscianti rimorsi e interrogativi metafisici che mai riceveranno risposta: «L’eternità delle forme. È ridicolo. Eppure c’è una strana magia in quelle parole. Se fosse vero, allora lui non avrebbe smesso di esistere.»

Jack London (1876-1916), all’anagrafe John Griffith Chaney, è stato uno scrittore, giornalista e attivista americano (convinto sostenitore degli ideali socialisti, dei diritti dei lavoratori e degli animali). Divenne celebre in tutto il mondo per opere come Il richiamo della foresta (The Call of the Wild), Zanna bianca (White Fang), Martin Eden, Il tallone di ferro (The Iron Heel) ecc. Fu altresì maestro insuperato nelle short story, che pubblicò in numero considerevole sia su numerose riviste che in volume, alcune delle quali di argomento fantascientifico e sul soprannaturale.

Enrico De Luca è professore a contratto presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria e si occupa, prevalentemente, di filologia e metrica. Collabora con numerose case editrici e ha curato, fra le altre cose, le edizioni integrali e annotate dei primi quattro titoli della saga di L. M. Montgomery dedicata ad Anne Shirley, dell’Allievo di H. James (Ripostes 2021), del Sentiero alpino di L. M. Montgomery (Lindau 2022), ecc. Per Caravaggio ha tradotto e curato testi di Dickens, Webster, Montgomery, Jerome, Burnett, Nesbit, Alcott, Porter, Gilman, ecc.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’eternità delle forme”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informazioni aggiuntive

Versione:

Libro Cartaceo, E-Book (versione epub), E-Book (versione mobi)